Approvato importante intervento per accesso al Cimitero di Alessano e culto di Don Tonino Bello.

L’Amministrazione Gabellone ha approvato il progetto preliminare per realizzare degli interventi nell’accesso al cimitero di Alessano e alla tomba di Don Tonino Bello.

Sono stati stanzianti 380 mila euro per un’opera che, anche in prospettiva, favorirà il turismo religioso e l’intero Sistema-Salento.

L’intervento riguarderà la zona circostante al cimitero di Alessano, divenuto ormai meta di migliaia di visitatori nel corso dell’anno, desiderosi di poter pregare sulla tomba di Don Tonino Bello.

La Provincia ha compreso in anticipo le prospettive di sviluppo per tutto il territorio che potrà avere il prossimo appuntamento con la canonizzazione e la santificazione del prelato originario di Alessano e proprio in quest’ottica l’Amministrazione di Palazzo dei Celestini non intende farsi trovare impreparata e metterà in sicurezza tutta l’area di arrivo per pullman e automobili, con un intervento che consentirà ai turisti l’attraversamento in sicurezza di una zona attualmente piccola e poco sicura.

E’ facilmente pronosticabile, infatti, come i numeri turistici già confortanti si faranno sempre più importanti nel tempo e per questo si rende necessario un intervento immediato per garantire ad Alessano di offrire anche ai fedeli dediti al culto di Don Tonino Bello l’accoglienza che meritano.

Nel calendario delle opere provinciali, quindi, è stato recepito un progetto presentato dall’Amministrazione Comunale di Alessano, ma che ha un interesse infrastrutturale e simbolico di portata ben più ampia rispetto al solo aspetto localistico.

La volontà dell’Amministrazione Provinciale non ha soltanto il significato di prestare attenzione alle esigenze del Capo di Leuca, di rendere concreta una risposta proveniente dalla municipalità di Alessano e di dare seguito agli investimenti infrastrutturali sul turismo religioso, ma assume un significato ed un valore ancorpiù importante, in quanto rappresenta un segno di attenzione verso la figura di Don Tonino Bello, del quale si celebreranno nel 2013 i 20 anni dalla scomparsa.

Quest’opera è l’ennesima dimostrazione di concretezza e attenzione verso il territorio del Capo di Leuca e i suoi simboli più alti.